Vademecum incentivi Eco-bonus – Sostituzione infissi e sistemi di oscuramento

Vademecum incentivi Eco-bonus – Sostituzione infissi e sistemi di oscuramento

VADEMECUM INFORMATIVO – INCENTIVI ECOBONUS (50%)

Corretta prassi per l’accesso agli incentivi fiscali per risparmio energetico: “Ecobonus”

 Interventi di sostituzione infissi e sistemi di oscuramento

 

Premessa:

Il Decreto interministeriale 26 giugno 2015 (Decreto Requisiti Minimi) ha fissato le regole generali per la corretta gestione documentale nell’ambito degli interventi di efficienza energetica.

In più riprese, da Agosto 2016 a Dicembre 2018, il MISE ha pubblicato una serie di chiarimenti (F.A.Q.) in materia di efficienza energetica in edilizia ed in riferimento ai decreti del 26 Giugno 2015 che hanno trovato applicazione a partire dal 1° Ottobre 2015).

Un nuovo Decreto sui requisiti tecnici ed economici, attualmente in fase di pubblicazione, e previsto entro il mese di Agosto 2020 fisserà ulteriormente i requisiti di accesso agli incentivi fiscali “Ecobonus” compresa l’individuazione dei costi di spesa massimi per accedere agli incentivi.

 

 

Definizione delle categorie di interventi:

Il Decreto interministeriale 26 giugno 2015 individua tre tipologie di interventi che possono essere effettuati su un immobile da ristrutturare/riqualificare energeticamente:

 

Interventi di ristrutturazione di primo livello

  • Si tratta di interventi che interessano l’involucro edilizio con un’incidenza superiore al 50% della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio e comprendono la contestuale ristrutturazione dell’impianto termico

 

Interventi di ristrutturazione di secondo livello

  • Si tratta di interventi che interessano l’involucro edilizio con un’incidenza superiore al 25% ed inferiore al 50% della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio 

 

Interventi di riqualificazione energetica:

  • Si tratta di interventi che interessano l’involucro edilizio con un’incidenza inferiore o uguale al 25% della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio

 

  

 

Gli adempimenti per il settore degli infissi:

Ora ci soffermeremo con maggiore attenzione agli interventi che riguardano la sostituzione infissi (intesi come finestre e porte di ingresso) che ricadono nella categoria “Riqualificazione Energetica” che, con buona probabilità, risulterà la quasi totalità degli interventi.

 

La normativa e, specificatamente i Chiarimenti del 1° Agosto 2016, chiariscono che:

 esclusivamente per gli interventi di riqualificazione energetica riguardanti la sostituzione di infissi e porte di ingresso si possa provvedere a documentare la conformità di quanto previsto dalla normativa mediante la stesura di una Relazione Tecnica redatta in forma semplificata dove siano verificati esclusivamente i componenti oggetto di intervento.

 

 

La relazione tecnica semplificata dovrà fornire evidenza circa la conformità ai requisiti imposti dal “Decreto Requisiti Minimi” e, in dettaglio:

  • Trasmittanza termica degli infissi da sostituire
  • Trasmittanza termica degli infissi di nuova fornitura 
  • Trasmittanza termica dei cassonetti di nuova fornitura (solo se presenti nella fornitura)
  • Fattore di trasmissione solare totale 
  • La classe di Permeabilità all’aria 
  • Valori limite di trasmittanza termica per gli infissi di nuova fornitura e per le eventuali installazioni di cassonetti:

  • Valori limite del fattore di trasmissione solare totale Gtot per componenti finestrati esposti a Sud, Est ed Ovest:

 

Precisazioni

  • I valori limite indicati nelle “Tabella 4” e “Tabella 5” sono obbligatori, e pertanto soggetti a verifica, sia in caso di accesso agli incentivi fiscali previsti che non.
  • Solo nel caso di riqualificazione energetica e in presenza di chiusure oscuranti o di tipologie di superfici trasparenti per le quali risulti soddisfatta la verifica del valore del fattore di trasmissione solare totale Gtot la relazione tecnica può essere sostituita da una dichiarazione dell’impresa esecutrice
  • In presenza di chiusure oscuranti il valore del fattore di trasmissione solare totale può non essere riportato in quanto si considera automaticamente soddisfatta la verifica del valore limite di 0,35 previsto dal Decreto Requisiti Minimi (con l’eccezione per la categoria E.8).  
  • Per quanto riguarda i cassonetti vanno valutati solo se si interviene sugli stessi. In questa eventualità la trasmittanza termica dei cassonetti deve rispettare i limiti previsti, in funzione della zona climatica, riportati nella “Tabella 4” (gli stessi previsti per gli infissi).

 

 

 

Limiti di trasmittanza termica per interventi con data di inizio lavori antecedente l’entrata in vigore del nuovo Decreto Requisiti Tecnici (presumibilmente da Agosto 2020)

 

 

Nuovi valori di trasmittanza termica per interventi con data di inizio lavori successiva l’entrata in vigore del nuovo Decreto Requisiti Tecnici (presumibilmente da Agosto 2020).

 

 

 

Massimali specifici di costo per gli interventi con data di inizio lavori successiva all’entrata in vigore del nuovo Decreto Requisiti Tecnici (presumibilmente da Agosto 2020).  “Allegato I”

 

Nota bene:

I costi massimi indicati in tabella si intendono al netto di IVA, prestazioni professionali ed opere accessorie alla corretta esecuzione dell’intervento

 

 

 

Esempio di corretta applicazione dei limiti di spesa massimi previsti per la sostituzione degli infissi

 

Intervento di sola sostituzione infissi eseguito in zona climatica “E”, limite massimo di spesa: € 650,00

Sostituzione di 4 finestre e 2 portefinestre per un area complessiva di 10,00 mq

 

Costi preventivati al Cliente finale:

Fornitura infissi: € 7500 + IVA Mista (€ 5.000 al 22% – € 2.500 al 10%), totale IVA inclusa: € 8.850

Prestazione professionale (mano d’opera): € 2500 + IVA (10%), totale IVA inclusa: € 2750

Prestazione professionale (Relazione e pratica ENEA): € 200 + IVA (22%), totale IVA inclusa: € 244

Totale costo intervento IVA inclusa: € 11.844

 

Costi massimi ammessi per l’ottenimento dell’incentivo: 

Limite di spese ammissibili  per fornitura infissi: € 6500 (10 mq x € 650,00) + IVA Mista (€ 4.000 al 22% – € 2.500 al 10%), totale IVA inclusa: € 7.630

Limite di spese ammissibili  per prestazione professionale (mano d’opera): € 2500 + IVA (10%), totale IVA inclusa: € 2750

Limite di spese ammissibili  per prestazione professionale (Relazione e pratica ENEA): € 200 + IVA (22%), totale IVA inclusa: € 244

Limite di spesa totale ammesso IVA inclusa: € 10.624

 

Importo netto dell’incentivo ed opzioni di fruizione:

Incentivo netto percepito dal cliente finale (50% del limite di spesa ammesso): € 5.312

Tre opzioni possibili (articolo 121 Legge 77/2020 – Decreto Rilancio) per godere dell’incentivo:

  1. detrazione fiscale in 10 anni con rata annua pari a € 531,20
  2. sconto in fattura di un importo pari all’incentivo fiscale maturato (più i relativi costi finanziari, stimati in circa il  30% del valore dell’incentivo)
  3. trasformazione della detrazione in credito fiscale e cessione ad ulteriori soggetti comprese le banche (più i relativi costi finanziari, stimati in circa il 30% del valore dell’incentivo).

Nota bene:

Salvo ulteriori modifiche al testo del Decreto requisiti Tecnici in fase di emanazione (Allegato I – costi massimi ammessi)

 

 

 

Incentivi Ecobonus riconosciuti anche ai beni “MERCE” (novità 2020)

Eco bonus e sisma bonus spettano anche ai titolari di reddito d’impresa, a prescindere dalla destinazione d’uso dell’immobile.

lo chiarisce l’Agenzia delle Entrate con la risoluzione n° 34/e 2020.

 

 

 

 

Chiusure Oscuranti, come cambia l’accesso all’Ecobonus?

ENEA, come ogni anno, ha provveduto ad aggiornare i Vademecum per gli interventi di risparmio energetico che accedono ai bonus fiscali.

Una delle maggiori novità introdotte, a far data dal 1° Gennaio 2020, è la definizione di ammissibilità all’Ecobonus delle chiusure oscuranti .

Fino all’anno scorso non esisteva alcun vincolo tecnico per il godimento degli incentivi fiscali (Ecobonus), mentre da quest’anno, in caso di sostituzione, le chiusure oscuranti di nuova installazione dovranno garantire una performance energetica superiore rispetto al sostituito.

Per chiusura oscurante si intendono: Persiane; Tapparelle; Scuri e Avvolgibili.

Le chiusure oscuranti possono essere installate non contestualmente alla sostituzione degli infissi e in questo caso devono essere inserite come “Schermature solari e chiusure oscuranti” nel portale Enea dedicato alle detrazioni fiscali per interventi di riqualificazione energetica.

Nel caso di sostituzione, non nuova installazione, bisogna installare una chiusura oscurante più performante rispetto alla precedente, con un maggior valore della resistenza termica supplementare, in modo da conseguire un risparmio energetico. 

Pertanto, per le installazioni che non prevedono la sostituzione di vecchi prodotti l’accesso all’incentivo non prevede alcuna verifica tecnica, mentre per le sostituzioni, da quest’anno dovrà essere verificata questa nuova condizione introdotta da ENEA.

Gli strumenti di supporto, messi a disposizione da ENEA, ci consentono di riassumere, sotto forma tabellare, quali casi potranno accedere all’ecobonus e quali saranno esclusi:

 

Valori di Resistenza termica supplementare (m2K/W) 

  • Avvolgibili in alluminio: 0,12
  • Avvolgibili in plastica senza riempimento di materiale isolante: 0,16
  • Avvolgibili in plastica con riempimento di materiale isolante o legno: 0,19
  • Chiusure in legno da 25 mm a 30 mm di spessore: 0,22
  • Persiane di alluminio: 0,12
  • Avvolgibili di alluminio coibentato: 0,17
  • Persiana di alluminio coibentato o legno: 0,22
  • Chiusure a stecche aperte e fisse: 0,08

 

Fonte ENEA – Software “Chiusure Oscuranti”

 

 

 

Limitazione all’utilizzo del Bonus Casa per interventi di sostituzione infissi

Gli interventi di sostituzione di infissi o di installazione di sistemi di oscuramento rientrano nell’ambito degli interventi di “Manutenzione Ordinaria” per i quali non è prevista alcuna comunicazione asseverata preliminare (C.i.l.a.) da presentare in Comune (S.U.E. – Sportello Unico Edilizia). Tale principio è contenuto nel DECRETO 2 marzo 2018 recante “Approvazione del glossario contenente l’elenco non esaustivo delle principali opere edilizie realizzabili in regime di attività edilizia libera”,
ai sensi dell’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 25 novembre 2016, n. 222.

In virtù di tale definizione la semplice sostituzione di infissi, laddove non siano presenti ulteriori interventi che ricadono nell’obbligo di presentazione di pratica abilitativa, non possono accedere autonomamente al Bonus Casa. Di fatti questa forma di incentivazione, che garantisce la stessa percentuale di incentivo dell’Ecobonus, non è ottenibile in quanto il requisito fondamentale per accedervi, per gli interventi svolti sulle singole unità immobiliari, è che l’intervento si configuri come “Manutenzione Straordinaria”.

 

 

 

 

La nostra proposta di gestione delle pratiche ECO-BONUS comprensiva della verifica di conformità al Decreto Requisiti Minimi

Lo staff di Systech Italia (eco-bonus.it) gestisce integralmente l’iter tecnico burocratico necessario per l’ottenimento degli incentivi previsti dalla Legge 296/2006 e successive modificazioni comprese le prescrizioni previste dai Decreti Requisiti Minimi (Luglio 2015) e del nuovo Decreto Requisiti tecnici di prossima emanazione (Agosto 2020) connesso al Decreto Rilancio (Legge 77/2020).

 

 La documentazione elaborata dal nostro staff per ogni singolo intervento si comporrà di:

 

  • Scheda descrittiva intervento (caricamento dati e informazioni su portale ENEA)
  • Mail di conferma “ricevuta” della Scheda descrittiva sul portale ENEA
  • Relazione tecnica “Requisiti Minimi” integrata con la verifica di conformità dei valori limite di trasmittanza termica indicati nella tabella 2 del Decreto Ministeriale del 26 gennaio 2010 e successive modificazioni comprese le prescrizioni previste dal nuovo Decreto Requisiti tecnici di prossima emanazione (Agosto 2020). 

 

Tabella riassuntiva dei Requisiti minimi e delle procedure di accesso all’Ecobonus

 

 

Richiedi assistenza

Se hai problemi con la compilazione della pratica oppure con altre procedure del sito puoi utilizzare il pulsante qui sotto: un nostro esperto ti risponderà appena possibile! Invia un messaggio