Guida agli incentivi

eco-bonus-contotermico-circle

Conto termico

eco-bonus-incentivi-enea

Ecobonus

eco-bonus-ristrutturazioni

Bonus casa

Agenzia-delle-entrate

Comunicazioni

EcoBonus-Superbonus-110

Superbonus 110%

Conto Termico 2.0

Cos’è il Conto Termico 2.0

eco-bonus-contotermico-circleDal 31 Maggio 2016 è operativo il Decreto Ministeriale 16-02-2016, meglio conosciuto come “Conto Termico 2.0”. Si tratta di un incentivo economico riconosciuto per interventi che mirano all’incremento dell’efficienza energetica e alla produzione di energia termica da fonti rinnovabili, effettuati su immobili esistenti.
L’incentivo è di natura economica e non fiscale, pertanto si ottiene tramite bonifico bancario, erogato direttamente dal GSE, sul proprio conto corrente.

Quale incentivo ottengo ed in quanto tempo?

L’incentivo ottenibile con il Conto Termico 2.0 varia in funzione delle prestazioni energetiche del generatore di colare di nuova installazione e dalla zona climatica in cui si esegue l’intervento (più la zona è fredda, maggiore sarà l’incentivo). Clicca qui per utilizzare il simulatore sviluppato dal nostro staff.
Se l’importo dell’incentivo risulta pari o inferiore a € 5.000,00 si riceve il pagamento dell’incentivo tramite bonifico bancario eseguito dal GSE in un’unica soluzione dopo circa 5/6 mesi dalla data di installazione del prodotto (da 30 a 90 giorni dalla data di approvazione, del GSE, della domanda di incentivo).

Qual è la procedura per richiedere l’incentivo?

La domanda di incentivo deve essere presentata dal Soggetto Responsabile (colui che possiede un titolo sull’immobile e sostiene le spese per l’intervento) o da un Soggetto Delegato (la nostra proposta) entro 60 giorni dalla data di conclusione dell’intervento tramite comunicazione telematica sul “Portaltermico” (portale web del GSE dedicato al Conto Termico 2.0).
Al seguente link può scaricare le procedure operative per ciascuna tipologia di intervento ammessa agli incentivi: clicca qui

Quali sono gli interventi incentivati?

Per i Soggetti Privati (persone fisiche o aziende) rientrano tra gli interventi ammessi al Conto Termico 2.0 la sostituzione di uno o più generatori di calore e l’installazione di prodotti ad alta efficienza energetica (esclusivamente per interventi con caldaie, stufe e termo-camini a biomassa il generatore da che viene dismesso deve essere alimentato esclusivamente a gasolio o a biomassa). Solo per gli impianti solari termici è ammessa la nuova installazione.

Elenco interventi ammessi per soggetti privati (Persone fisiche e giuridiche):

Interventi 2A): Pompe di Calore
  • Sostituzione PdC Aria/Aria (Mono-Multi split) con nuova PdC Aria/Aria (Mono-Multi split) – Dettaglio procedure
  • Sostituzione PdC Aria/Acqua (Chiller) con nuova PdC Aria/Acqua (Chiller)Dettaglio procedure
  • Sostituzione Caldaia (tutte le tipologie) con PdC Aria/Acqua (Chiller)Dettaglio procedure
  • Sostituzione di scalda-acqua elettrico con scalda-acqua in pompa di calore
  • Sostituzione di caldaia (tutte le tipologie) con generatori Ibridi (pompa di calore + caldaia a condensazione “factory-made”)

Interventi 2B): Generatori a biomasse

Interventi 2C): installazione collettori solari

Incentivi Ecobonus

Cosa sono le Detrazioni fiscali 65%

eco-bonus-incentivi-eneaLa Legge di Bilancio 2020 ha prorogato gli incentivi fiscali  per gli interventi di riqualificazione energetica fino al 31 Dicembre 2020. Ad Ottobre 2020, con l’emanazione dei decreti connessi al Decreto Rilancio, vengono introdotti parametri tecnici più stringenti e limitazioni delle spese massime ammissibili. Gli incentivi possono essere richiesti da tutti i soggetti (privati, aziende, onlus) ad esclusione della Pubblica Amministrazione su tutte le categorie di immobili posseduti o detenuti ad esclusione degli interventi eseguiti sulle nuove costruzioni.

Quale incentivo ottengo ed in quanto tempo?

L’incentivo è variabile dal 50% all’85% (clicca qui per maggiori dettagli), è di natura fiscale e si recupera in 10 rate annuali sulla propria dichiarazione dei redditi, in alternativa è possibile cedere il credito fiscale maturato ad altri soggetti (incluse le banche). Esiste un’altra opzione, che deve essere proposta dal venditore/installatore, dell’applicazione dello “Sconto in fattura”  fino ad un importo massimo pari alla detrazione spettante. L’incentivo si calcola sulla somma di tutte le spese effettuate per la realizzazione dell’intervento (fornitura, posa in opera, opere murarie a supporto, spese professionali, etc.).
Per le persone fisiche la detrazione si applica perciò sul totale speso (comprensivo di IVA) mentre per le aziende la quota detraibile si calcola su base imponibile (escluso IVA).

Qual è la procedura per richiedere l’incentivo?

La comunicazione telematica da inviare ad ENEA (obbligatoria) deve essere presentata dal Soggetto Richiedente (colui che possiede un titolo sull’immobile e sostiene le spese per l’intervento) o da un Soggetto Delegato (la nostra proposta) entro 90 giorni dalla data di conclusione dell’intervento.
Per scaricare le procedure operative per la richiesta di incentivo suddiviso per le singole tipologie di intervento: clicca qui

Quali sono gli interventi da comunicare a ENEA?

Bonus Ristrutturazioni

Che cos'è il Bonus Ristrutturazioni

eco-bonus-ristrutturazioniLa Legge di Bilancio 2018 ha introdotto l’obbligo di trasmettere ad ENEA le informazioni relative a lavori di Ristrutturazione edilizia che comportano un “Risparmio Energetico”  al fine di consentirne il monitoraggio. Sono ammessi all’incentivo esclusivamente gli interventi di Manutenzione Straordinaria eseguiti su singole unità immobiliari ovvero per gli interventi di Manutenzione Ordinaria eseguiti sulle aree comuni condominiali.

Chi può beneficiare dell’incentivo?

Tutti i contribuenti (Persone Fisiche) che sostengono le spese e che posseggono un diritto sull’unità immobiliare oggetto di intervento. Hanno diritto alla detrazione, inoltre, purché sostengano le spese e siano intestatari di bonifici e fatture:

  • il familiare convivente del possessore o detentore dell’immobile oggetto dell’intervento (il coniuge, i parenti entro il terzo grado e gli affini entro il secondo grado).
  • il coniuge separato assegnatario dell’immobile intestato all’altro coniuge.
  • il componente dell’unione civile (la legge n. 76/2016, per garantire la tutela dei diritti derivanti dalle unioni civili tra persone dello stesso sesso, equipara al vincolo giuridico derivante dal matrimonio quello prodotto dalle unioni civili).
  • il convivente more uxorio, non proprietario dell’immobile oggetto degli interventi né titolare di un contratto di comodato.

Per quali edifici è possibile beneficiare dell’incentivo?

Tutti gli edifici ad uso residenziale che, alla data della richiesta di detrazione, risultino “esistenti” ossia accatastati o con richiesta di accatastamento in corso e in regola con il pagamento di eventuali tributi e che siano dotati di impianto termico. La richiesta può avvenire per interventi su singole unità immobiliari o su parti comuni condominiali.

Quanto incentivo mi spetta?

La detrazione spettante è pari al 50% delle spese totali sostenute fino al 31/12/2020 per un limite massimo di spesa pari a € 96.000, l’importo massimo detraibile è quindi pari ad € 48.000 per ogni singola unità immobiliare.

Come devono essere pagate le spese relative all’intervento?

Tutte le spese connesse con l’intervento dovranno essere pagate tramite bonifico bancario specifico (parlante) per interventi di Ristrutturazione Edilizia, il riferimento normativo è:

“Articolo 16 bis del Testo unico del 22 dicembre 1986 n. 917”
(Detrazione delle spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica degli edifici)

Quali sono gli interventi con obbligo di comunicazione ENEA?

Comunicazione per Sconto in Fattura o Cessione dei Crediti

Di cosa si tratta?

Agenzia-delle-entrate

L’articolo 121 del Decreto Rilancio (Legge 77/2020) apre la possibilità di cedere i crediti derivanti da interventi eco-bonusbonus-casa, sisma-bonus e super-bonus. A partire dal 15 Ottobre 2020 è operativa la sezione telematica dell’Agenzia delle Entrate per inviare una specifica comunicazione sia nel caso in cui il fornitore/installatore applichi lo “Sconto in Fattura” sia nel caso in cui si voglia “Cedere il credito” maturato dalle detrazioni fiscali ad altri soggetti (incluse le banche disposte ad acquisire i crediti).

Chi può effettuare la comunicazione?

I soggetti che possono effettuare la comunicazione sono sia il diretto interessato utilizzando le proprie credenziali per accedere ai servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, sia delegando un professionista abilitato (Commercialista, Consulente del Lavoro, CAAF, etc.).

Perche Systech Italia offre questo servizio?

Abbiamo stretto un accordo commerciale di collaborazione con uno studio professionale abilitato che ci segue nella gestione di tutte le procedure telematiche, garantendo ai nostri clienti un servizio professionale.

Come funziona la cessione dei crediti?

Le comunicazioni che vengono inviate durante il mese trovano risconto nel cassetto fiscale del “cessionario”, il decimo giorno del mese successivo. I crediti possono essere usati in compensazione con tutte le spese tributarie che si pagano su F24 a partire dal 1° Gennaio dell’anno successivo. In alternativa sarà possibile cedere ulteriormente il credito ad altri soggetti incluse le banche.

Superbonus 110%

Di cosa si tratta?

Superbonus-110

L’articolo 119 del Decreto Rilancio (Legge 77/2020) introduce l’opportunità di accedere ad una detrazione fiscale del 110% delle spese sostenute per interventi di Riqualificazione Energetica e di Riduzione del Rischio Sismico. Attualmente la scadenza del Superbonus 110% è fissata al 31 Dicembre 2021, recentemente il Ministero dello Sviluppo Economico ha proposto al Governo una proroga per i due anni successivi, nei primi mesi del 2021 si avranno novità in tal senso.

Come funziona?

La detrazione fiscale si recupera in 5 rate annuali di pari importo da detrarre dalla propria dichiarazione dei redditi, in alternativa si potrà applicare l’art. 121 che prevede la possibilità di cedere i crediti ad altri soggetti (anche le banche) o dell’applicazione dello Sconto in fattura operato dal fornitore. Per accedere al meccanismo incentivante è necessario eseguire almeno uno delle tre categorie di interventi “trainanti” e, successivamente, sarà possibile abbinare interventi “trainati” cioè gli interventi che già accedono al bonus riqualificazione energetica (ecobonus). E’ obbligatorio inoltre ottenere un miglioramento energetico dell’immobile che comporti almeno il salto di due classi di efficienza energetica che dovrà essere asseverata da un tecnico abilitato.

Quali sono gli interventi trainanti?

  1. L’installazione di materiali isolanti C.A.M. (Criteri Ambientali Minimi) su almeno il 25% della superficie disperdente di immobili plurifamiliari (condomini o condomini minimi) o sulle abitazioni unifamiliari o sulle singole unità immobiliari in contesti plurifamiliari (ad esempio le villette a schiera) che abbiano accesso esclusivo dall’esterno ed impianto autonomo.
  2. La sostituzione di impianto termico in condomini o edifici plurifamiliari che possono essere individuati come condomini “minimi” e l’installazione di impianto termico centralizzato (Caldaia a condensazione, Pompa di Calore, sistema Ibrido, Micro-cogenerazione, Collettori Solari). Sono escluse le abitazioni unifamiliari.
  3. La sostituzione di impianto termico in singole unità immobiliari e la contestuale nuova installazione di impianto termico (Caldaia a condensazione, Pompa di Calore, sistema Ibrido, Caldaia a Biomassa, Micro-cogenerazione, Collettori Solari). Sono ammesse le abitazioni unifamiliari e le singole unità immobiliari in contesti plurifamiliari (ad esempio le villette a schiera) che abbiano accesso esclusivo dall’esterno ed impianto autonomo.

Quali sono gli interventi trainati?

Possono beneficiare della detrazione al 110%, gli interventi c.d. trainati, soltanto se realizzati insieme ad almeno uno degli interventi trainanti sopra descritti a condizione che l’intervento trainato risulti con data di inizio e fine lavori inclusa nell’intervallo di tempo in cui avviene l’esecuzione dell’intervento trainante. Sono considerati trainati gli interventi previsti dall’articolo 14 del Decreto Legge n. 63/2013 quali ad esempio: Installazione di pannelli fotovoltaici e di sistemi di accumulo integrati (subordinata alla cessione al GSE dell’energia prodotta e non consumata); l’installazione di colonnine elettriche per la ricarica dei veicoli elettrici; la sostituzione degli infissi, l’installazione di schermature solari mobili, gli interventi di Building Automation.

Qual è l’iter per accedere al Superbonus 110%?

L’accesso al Superbonus 110% è subordinato alla realizzazione di una serie di attività professionali che dovranno essere gestite ed in seguito Asseverate da Professionisti abilitati (Geometri, Architetti, Ingegneri, Fiscalisti).

Di seguito riportiamo le attività che Systech Italia prevede di svolgere per quegli interventi che mirano all’ottenimento del Superbonus 110%:

  1. Verifica idoneità edifico/immobile oggetto di intervento (regolarità urbanistica, catastale)
  2. Verifica miglioramento energetico (Ape ante e Ape post con doppio salto di classe).
  3. Verifica della congruità economica delle spese sostenute (confronto tra il computo metrico ed i prezziari regionali o il DEI) o eventuale analisi dei prezzi.
  4. Verifica del rispetto dei parametri tecnici e prestazionali ai sensi del Decreto 6 Agosto 2020.
  5. Progettazione esecutiva dell’intervento.
  6. Autorizzazioni all’esecuzione dei lavori (C.I.L.A., S.C.I.A., etc.)
  7. Direzione lavori e sicurezza cantiere
  8. Asseverazione tecnica ed economica ai sensi del Decreto 6 Agosto 2020.
  9. Invio asseverazione e singole pratiche sul portale telematico di ENEA.
  10. Visto di conformità fiscale (richiesto solo in caso di sconto in fattura o cessione dei crediti)

Quali servizi offre Systech Italia per il Superbonus 110%?

Abbiamo perfezionato tre tipologie di servizio abbinali al Superbonus 110%:

  1. Verifica di fattibilità preliminare: il servizio prevede un primo step gratuito con un intervista telefonica con un consulente energetico di Systech Italia per verificare l’idoneità “oggettiva”, l’intervista è prenotabile al seguente link: https://www.eco-bonus.it/verifica110/, se l’esito dell’intervista è positivo prospettiamo al Cliente un preventivo di spesa per le verifiche in “campo” (urbanistica, energetica e di fattibilità generale)
  2. Gestione completa di tutto l’iter tecnico e burocratico (a carico del cliente solo la scelta dei fornitori ed installatori), è comunque prevista la possibilità di inclusione di tecnici di fiducia del Committente. Il servizio parte dall’intervista telefonica fino all’emissione del Visto di Conformità Fiscale.
  3. Verifica e Supporto al Cliente ed ai propri tecnici sulla corretta procedura, la corretta gestione documentale, la corretta verifica della congruità economica e tecnica degli interventi. Come output finale prevediamo di gestire le comunicazioni sul portale ENEA, sul portale dell’Agenzia delle Entrate (Cessione crediti o sconto in fattura), fino al rilascio del Visto di conformità Fiscale.

Hai bisogno di assistenza? Compila il form su CONTATTI

Verifica con noi l’incentivo che puoi ottenere.
Chiamaci ora per una valutazione gratuita.

Centro preferenza privacy

Cookie strettamente necessari

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy o l'accesso al area riservata,. Puoi impostare il tuo browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non memorizzano informazioni personali.

_wpas_session, gdpr, cp-impression-added-forcp_id_[hash],temp_cp_id_[hash],

Advertising

Analytics

Questi cookie ci permettono di contare le visite e fonti di traffico in modo da poter misurare e migliorare le prestazioni del nostro sito. Ci aiutano a sapere quali sono le pagine più e meno popolari e vedere come i visitatori si muovono nel sito. Tutte le informazioni raccolte dai cookie sono aggregate e quindi anonime. Se non consenti questi cookie, non sapremo quando hai visitato il nostro sito e non saremo in grado di monitorare le tue prestazioni.

_ga, _gat_gtag_UA_110529741_1, _gid

Other

Richiedi assistenza

Se hai problemi con la compilazione della pratica oppure con altre procedure del sito puoi utilizzare il pulsante qui sotto: un nostro esperto ti risponderà appena possibile! Invia un messaggio