Decreto prezzi MITE – pubblicazione in Gazzetta Ufficiale

Decreto prezzi MITE – pubblicazione in Gazzetta Ufficiale

 

Il 16 Marzo 2022 è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il Decreto 14 Febbraio 2022:

 

“Definizione dei costi massimi specifici agevolabili, per alcune tipologie di beni, nell’ambito delle detrazioni fiscali per gli edifici.”

 

Vediamo ora in dettaglio le nuove regole introdotte:

 

  • Le regole previste dal presente decreto si applicano per la realizzazione degli interventi elencati all’art. 121, comma 2, del decreto-legge n. 34 del 2020, ai fini dell’asseverazione della congruità delle spese in caso sia di fruizione diretta della detrazione sia di esercizio dell’opzione ai sensi dell’art. 121, comma 1, del medesimo decreto-legge n. 34 del 2020.

 

  • Le regole previste dal presente decreto si applicano per la realizzazione degli interventi con data di inizio lavori (per i lavori classificati in edilizia libera) ovvero per gli interventi la cui data di deposito del titolo edilizio risulti successiva a 30 giorni dall’entrata in vigore del presente decreto. Pertanto, la data di inizio lavori per l’applicazione delle presenti regole sarà a partire dal 16 Aprile 2022.

 

  • L’allegato A al presente decreto sostituisce l’allegato I del Decreto Efficienza energetica del 6 Agosto 2020.

 

  • Nei casi di obbligo di asseverazione di congruità dei costi, il tecnico definisce il computo metrico e verifica che le spese non accedano i costi massimi indicati nell’allegato A

 

  • Nei casi in cui non vi sia l’obbligo di asseverazione (edilizia libera o lavori sotto i 10 mila euro di spesa) la verifica dei prezzi massimi viene avviene esclusivamente utilizzando l’allegato A del presente decreto

 

  • Gli interventi di installazione di impianti fotovoltaici, di sistemi di accumulo dell’energia elettrica e di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici rispettano i limiti di spesa specifici previsti dall’art. 119, commi 5, 6 e 8, del decreto-legge n. 34 del 2020 (i costi massimi di seguito indicati si considerano comprensivi di tutte le spese necessarie alla realizzazione dell’intervento, incluse le spese professionali):
    • Fotovoltaico: € 2.400/kW ovvero € 1.600/kW se abbinati ad interventi di Ristrutturazione edilizia
    • Accumulo: € 1.000 kWh
    • Colonnine: € 2.000 cadauna

 

  • Sono ammessi alla detrazione gli oneri per le prestazioni professionali connesse alla realizzazione degli interventi, per la redazione dell’attestato di prestazione energetica (APE), nonché per l’asseverazione.

 

  • Per le tipologie di intervento non ricomprese nell’allegato A, l’asseverazione di cui al comma 1 certifica il rispetto dei costi massimi specifici calcolati utilizzando i prezziari predisposti dalle regioni e dalle province autonome o i listini delle camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura competenti sul territorio ove è localizzato l’edificio o i prezziari pubblicati dalla casa editrice DEI.

 

  • Qualora le verifiche effettuate ai sensi dei punti 13.1 o 13.2 evidenzino che i costi per tipologia di intervento sostenuti sono maggiori di quelli massimi ammissibili definiti dal presente decreto, la detrazione è applicata entro i predetti limiti massimi.

 

  • Entro il 1° febbraio 2023 e successivamente ogni anno, i costi massimi di cui all’allegato A al presente decreto sono aggiornati in considerazione degli esiti del monitoraggio svolto da ENEA sull’andamento delle misure di cui all’art. 121 del decreto-legge n. 34 del 2020 e dei costi di mercato.

 

Allegato A – Costi massimi specifici

 

Richiedi assistenza

Se hai problemi con la compilazione della pratica oppure con altre procedure del sito puoi utilizzare il pulsante qui sotto: un nostro esperto ti risponderà appena possibile! Invia un messaggio